vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Borgomezzavalle appartiene a: Regione Piemonte - Provincia del Verbano Cusio Ossola

Oratorio di San Domenico (Sec. XVII)

Nome Descrizione
Indirizzo Località Cheggio
L'Oratorio di Cheggio, costruito nel 1717, dedicato alla Beata Vergine assunta ed a S. Domenico.
Ed in ognuna delle due ricorrenze si faceva la festa con il maggior concorso del clero e del popolo.
L'Oratorio mantenne soprattutto il titolo di S. Domenico ed in questa occasione si faceva un bella solennità con offerte a vantaggio dell'Oratorio e della suppellettile.
L'Oratorio di Cheggio ha una struttura assai semplice.
Orientato da Sud verso il Nord, ha un corpo a base quadrata di circa 6 mt. dilato a cui si attacca il presbiterio di pianta rettangolare largo circa 5 mt. e profondo 3,5 mt. (misure esterne), ambedue coperti da una volta e dal tetto in piode.
Al presbiterio si affianca una piccola sacrestia sul lato occidentale.

La facciata presenta, oltre la porta d'entrata, le due finestre devozionali ai lati ed un'altra finestra più ampia in alto che danno luce all'interno.
Un piccolo campanile emerge sullo spigolo nord-orientale del presbiterio.
Internamente, sopra l'altare, contornato da una cornice barocca dipinta sul muro di fondo, fu posto in funzione di ancona un quadro rappresentante la Madonna col Bambino che appare a S. Domenico e S. Rocco di cui però non abbiamo traccia.
L'intero Oratorio ebbe anche una conveniente decorazione pittorica sul finire del secolo XIX per l'interessamento del vice parroco don Francesco Cerutti.
In questa occasione fu anche sostituito il quadro posto sopra l'altare con un'opera più moderna, che si può attribuire al pittore Antonio Cotti.

-Presbiterio
-Corpo
-Sacrestia

Tratto da:
"Viganella - Storia, Fede, Arte"
Tullio Bertanini, 2003